Filippo “Gatto nero” – cantante e compositore

Filippo “Gatto nero” – cantante e compositore

di Marco Bagnoli

giugno 2020

Filippo Immordino è originario di Caltanissetta, ma sono più di quarant’anni ormai che vive qua in Toscana, prima ad Agliana, dal 1986, e poi, dal 2000, a Quarrata. Nella vita ha lavorato nella sua ferramenta, ma non ha mai mancato di accompagnarsi con la immancabile chitarra, a partire dalla prima che si costruì da solo in quinta elementare. È proprio intorno ai dieci anni che un uomo del paese suo gli trovò un soprannome, in apparenza uno dei tanti soprannomi che tutti quanti si portavano dietro, ma che nel suo caso divenne un vero e proprio marchio di fabbrica, ossia “Gatto Nero”. Da allora e per tutti Filippo Immordino è diventato “Filippo Gatto Nero”.

Cantare ha sempre cantato, e per quel che ne sappiamo continuerà a farlo per tutta la vita, ma dal 2012 ha deciso di dedicarcisi a tempo pieno, forte dell’amicizia e della valida collaborazione di una serie di altri musicisti e impresari che non lo lasciano mai a casa, come Lamberto Artigiani e Erdys Sound. A casa in realtà ci resta eccome, tanto per cominciare per studiare quotidianamente il suo strumento, e poi per dare lezione di chitarra ai suoi allievi, o a casa sua, o a casa loro, o magari addirittura in un bar o in un altro locale pubblico, per fare abituare i suoi ragazzi al contatto della gente. E poi via, in lungo e in largo per tutta l’Italia, per una media di tre serate alla settimana.

Detta così la storia di Filippo sarebbe già straordinaria, una delle tante meravigliose storie dei tanti musicisti amatoriali che riescono a fare della loro passione un’occupazione vera e propria. Ma c’è di più. Filippo ha infatti scritto oltre duecento canzoni sue, sessantotto delle quali sono debitamente registrate alla Siae e fruttano al suo autore – e interprete – le sue bravi royalties. E il pubblico gradisce sempre e non lesina applausi. Molto del suo successo lo si deve senza dubbio alla varietà di tematiche trattate nei suoi testi, che spaziano dalla aulica religiosità di un San Giuseppe per arrivare ai versi più spicci di una canzone “per soli adulti”, dalle più squisitamente popolari alle più sentimentali. Inutile dire che non si lascia mancare anche un po’ del classico repertorio della canzone italiana, partendo da Celentano fino a Carosone, Little Tony e i Nomadi. I suoi palchi si affacciano sul pubblico assiepato nelle arene di mezza Italia, mentre l’altra metà aspetta ansioso la propria spettanza di musica, ma Filippo è stato a suonare anche in Slovenia, in Spagna e in Belgio. Molte volte poi il palco non gli serve nemmeno, perché si esibisce da solo tra i tavoli della gente.

Quando può non disdegna certo l’accompagnamento dei suoi amici musicisti, sparsi un po’ ovunque lungo il suo cammino, e la formazione può variare dalle tre chitarre al gruppo completo con basso e batteria. Dei suoi tre figli nessuno si è avventurato sul ramo generoso della musica, mentre il nipotino Francesco suona già la chitarra all’età di appena tre anni. La moglie di Filippo, Emiliana, è l’altra grande compagna della sua vita, che a differenza della chitarra offre il raro vantaggio di essere sempre accordata alla sua particolare indole creativa: la vediamo infatti spesso fare capolino dalle copertine dei tredici cd fin qui realizzati da Filippo, magari ripresa insieme al consorte in un suggestivo scatto d’epoca. Filippo registra le sue canzoni per Regno Unito Edizioni Musicali e si avvale del prezioso aiuto del produttore David Bertini. E grazie a internet Gatto Nero è già nelle vostre case a far le fusa; buon ascolto.

Scrivi un commento

Per pubblicare un commento devi primaautenticarti.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it