Alessandro Innocenti – ricercatore universitario

Alessandro Innocenti – ricercatore universitario

di Daniela Gori

giugno 2019

Tra i tanti giovani che si impegnano nella ricerca e nello studio nel nostro Paese per cercare di migliorare la scienza, la sperimentazione e l’innovazione, c’è anche uno studente universitario di Quarrata che sta lavorando per raggiungere obiettivi importanti.

E’ partito da Vignole 5 anni fa, Alessandro Innocenti, perché voleva approfondire al Politecnico di Milano lo studio dell’ingegneria energetica. Quando nel 2014, si è diplomato a pieni voti all’Itis Silvano Fedi di Pistoia, nell’indirizzo elettrotecnica, forse ancora non immaginava di avere tutte le carte in regola per diventare un promettente studioso del rapporto tra consumi energetici ed economia sostenibile. Eppure già da studente dava tante soddisfazioni ai suoi insegnanti, perché Alessandro, è quello che si definisce “studente modello”, e non a caso, il nostro concittadino appena 24enne, fa già parte del gruppo di giovani presi in considerazione dagli addetti ai lavori del gruppo Digital360.

L’occasione si è presentata dopo aver partecipato al contest di “University2business”, che promuove l’abbinamento tra il mondo dell’innovazione imprenditoriale e quello degli studenti universitari. Il giovane ha presentato due progetti di cui il primo, quello che gli è valsa la vittoria, era una relazione che analizzava l’impatto dell’intelligenza artificiale sul mondo del lavoro, considerata nell’arco dei prossimi 30 anni.

Ma è con l’altro, che si è classificato al secondo posto, attirando così l’attenzione sulla sua idea più innovativa: quella di creare una App, che possa portare alla riduzione del consumo di energia, tramite un servizio di bilanciamento della rete. «La mia idea è stata quella di aggregare il maggior numero di utenti, che si impegnino a diminuire il consumo di elettricità, in un momento preciso e tutti insieme» ha spiegato Alessandro «tramite la stessa App che invia una notifica e agisce nelle abitazioni grazie all’utilizzo di uno smartphone. Tutto ciò porterebbe dei vantaggi al gestore erogatore di energia elettrica, che potrebbe per questo anche premiare gli utenti con dei rimborsi».

La novità di questa idea, che forse può apparire come un’utopia, o perlomeno come una trovata che non porterebbe grandi vantaggi, riguarda invece proprio il problema di come controbilanciare i consumi per evitare costosi sovraccarichi sulla rete. è questa la forza dell’innovazione, che può rappresentare la sfida del futuro, e che può fare la differenza nell’ambito dell’economia sostenibile e del risparmio energetico. Non a caso gli esperti di questa competizione hanno individuato in Alessandro un ideatore dell’innovazione dei prossimi anni. Eppure Alessandro ancora studente universitario – dopo aver conseguito la laurea triennale si sta avviando al traguardo della magistrale – sembra schermirsi, quasi minimizza questo suo primo successo. «Non sono il tipo che vuole far mostra di sé, sono piuttosto riservato» ci ha detto sorridendo «penso che questo sia stato solo un primo piccolo passo, ma so che ancora la strada è lunga, e c’è da dedicare ancora tanto tempo allo studio e alla ricerca».

Di cosa poi riserverà il futuro ad Alessandro, di quali scelte potrà fare in ambito lavorativo, o nella ricerca, in Italia o all’estero, per il giovane studioso è presto per parlarne: «Facciamo un passo alla volta; c’è la magistrale, e poi vedremo che cosa decidere. L’importante è mettersi sotto con serietà, anche per ripagare i sacrifici della mia famiglia, che ha creduto in me mandandomi a studiare a Milano». E a noi non resta che augurare ad Alessandro le migliori occasioni per un avvenire ricco di soddisfazioni professionali.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it