I brevi di Noidiqua

I brevi di Noidiqua

A cura della Redazione

dicembre 2014

 

Ndq-logo

Una giovane infermiera (Valentina, 26 anni) e due pensionati (Alessandro 62 anni, e Vincenzo 61):sono loro i tre volontari in servizio alla Misericordia di Quarrata, che per primi nella nostra provincia sono partiti lo scorso 15 novembre in direzione di Betlemme. Qui sono stati di supporto alla Misericordia nata grazie alla collaborazione tra la Fondazione Giovanni Paolo II e la Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia che insieme hanno permesso di realizzare l’edificio in Terra Santa. Valentina è rimasta a Betlemme per quindici giorni, Alessandro e Vincenzo invece una settimana. «Non sappiamo a cosa andiamo incontro» spiegava alla vigilia della partenza Valentina, «ma tutti quelli che sono tornati hanno parlato di un’esperienza forte, sconvolgente. Il custode della Misericordia di Betlemme sarà sempre al nostro fianco durante gli spostamenti che si alterneranno tra tre centri che si occupano di anziani, bambini sordomuti e con handicap di vario tipo. Qui toccheremo con mano qualcosa che fino ad oggi abbiamo avuto occasione solo di vedere in tv». Questa non è stata la prima missione organizzata dalla Misericordia di Quarrata (che ha coperto le spese di viaggio): qualche anno fa infatti la confraternita volò in India, anche allora a fianco dei più deboli.

Una serie di interessanti services sono stati presentati da Massimiliano Cecchi, presidente del Lions club Quarrata Agliana Pianura Pistoiese, in occasione della celebrazione della 29° Charter Night che si è tenuta nella splendida cornice della Villa medicea La Ferdinanda di Artimino, patrimonio mondiale dell’Unesco. Cecchi ha annunciato un’annata caratterizzata da continuità, innovazione e crescita. Confermata l’adesione al service “Un poster per la pace” dal nuovo tema “Pace, amore e comprensione”, che si terrà presso l’istituto comprensivo “Bonaccorso da Montemagno” di Quarrata, il cui dirigente scolastico, Luca Gaggioli, già da qualche anno accoglie con entusiasmo le proposte del Lions club locale. Anche quest’anno l’iniziativa è coordinata dal professor Massimo Sermi. Il progetto sarà arricchito con la realizzazione di un calendario, nel quale ciascun mese sarà caratterizzato da una delle dodici opere finaliste. Le offerte ricavate dalla distribuzione del calendario saranno destinate alla Fondazione dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Anche quest’anno il Club ha sostenuto il concorso internazionale di poesia “Città di Quarrata”, la cui premiazione è avvenuta a Villa La Magia di Quarrata. Tra i service pianificati, proseguono: il Progetto Martina, i cani guida e la raccolta degli occhiali usati. Dopo il successo dello scorso anno, con più di mille interventi diagnostici eseguiti per la giornata quarratina organizzata insieme al Lions club Pistoia Fuorcivitas, è confermato l’appuntamento con il “Lions day – medici in piazza”.

Anche Santonuovo ha la sua area gioco. L’inaugurazione dello spazio che si trova proprio dietro il complesso della chiesa si è tenuta lo scorso 12 ottobre ed è stata possibile grazie alla convenzione stipulata tra Comune di Quarrata e parrocchia. La parrocchia ha messo a disposizione un terreno di proprietà recuperato nella recente ristrutturazione degli spazi circostanti la chiesa, e il Comune, vista la valenza sociale del progetto, ha contributo acquistando le attrezzature per un importo di oltre ottomila euro. «Una proficua collaborazione che ha come obiettivo quello di creare benefici per la comunità della frazione» ha detto il vicesindaco Gabriele Romiti «fornendo anche a Santonuovo uno spazio per attività ludiche, dove i bambini possano giocare in sicurezza e tranquillità. Stiamo lavorando per realizzare altre aree gioco anche in altre frazioni del nostro Comune».

E’ approdata anche a Firenze, al piano nobile di Palazzo Medici Riccardi, dopo la tappa quarratina di un anno fa, la mostra “Visioni di storia e moda – Il gilet a Quarrata nel primo Novecento” che raccoglie le foto di Lucia Baldini intorno all’antica lavorazione artigianale nata a Quarrata con la scuola della contessa Spalletti a Lucciano. Il progetto espositivo è nato da una collaborazione del Comune con l’Istituto Comprensivo “Bonaccorso da Montemagno” che, da molti anni, ha al suo interno un laboratorio per adulti mirato all’insegnamento della tecnica artigianale del filet. Le maestre del filet, nel corso degli anni, hanno raccolto vestiti, cappelli, guanti, calze e tutti quegli oggetti che sono stati prodotti nelle piccole manifatture degli anni ’20 a Quarrata. I pezzi in mostra, tutti originali, sono stati donati e prestati all’Istituto “Bonaccorso da Montemagno” dai discendenti di coloro che furono capaci di portare all’attenzione della moda internazionale un manufatto destinato a segnare il gusto di un’epoca. La mostra, inaugurata il 7 novembre, è rimasta aperta fino al 27 novembre.

Ci ha lasciato dopo una lunga malattia anche il Dott. Goffredo Dini, per anni medico mutualista di Quarrata. Conosciuto e stimato da gran parte della popolazione, specie da quella di cui aveva in cura la salute, era ormai un quarratino autentico da quando, nel lontano 1957, si era stabilito da noi. Apprezzato professionalmente in quanto appartenente a quella generazione di medici che non potevano contare sui mezzi diagnostici attuali nella cura delle patologie, ma facendo ricorso alla sensibilità e all’intuito, era altrettanto benvoluto per la cordialità che facilitava il rapporto con lui. Al di là della preparazione professionale, aveva ampie conoscenze che gli derivavano dal suo interesse per la cultura in genere e scientifica in particolare. Concluso il suo lavoro, quando ancora in servizio, era solito intrattenersi con amici per trascorrere in compagnia le ultime ore della serata.

Il filet è uno dei prodotti artigianali che hanno caratterizzato e reso noto il nostro territorio. Introdotto dalla Contessa Spalletti all’inizio del Novecento, il filet ha trovato decine e decine di donne che vi si sono dedicate, dando luogo alla nascita di una scuola e di un’attività di alto artigianato. Anche attraverso questo pregiato manufatto, Quarrata ha potuto farsi conoscere fuori dei propri confini. Per valorizzare e non disperdere un patrimonio così grande della nostra tradizione, è stato promosso dall’Istituto Comprensivo Statale “Bonaccorso da Montemagno”, un corso di filet che si tiene da ottobre a marzo, il mercoledì presso la Civetta alle ore 21 e il giovedì, nel pomeriggio alla scuola. Insegnanti del corso sono Cristina Guiducci, Susanna Cocchi e Franca Michelagnoli. Il corso fa parte del Progetto Educativo Adulti, promosso dalla Regione Toscana.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it