Isola Caselli – la poetessa di Buriano

Isola Caselli – la poetessa di Buriano

di David Colzi

dicembre 2015

isola-540

Isola Caselli, 92 anni, è un’icona di Buriano. Lei fa parte di questa frazione come gli ulivi che circondano la sua abitazione, come la fontanella di Tacinaia o il campanile della chiesa del compianto don Henny. Noi l’abbiamo conosciuta grazie alle sorelle Rossella e Rosita Baldassini, amiche della signora, e assieme a loro siamo andati a trovarla nella sua casa, immersa nel verde del Montalbano, in un limpido pomeriggio di fine ottobre. Ciò che ci ha fatto interessare alla sua storia è il fatto che da 40 anni scrive poesie, nonostante non abbia mai pubblicato niente; gli unici che hanno potuto apprezzare i suoi versi, oltre ai familiari, sono stati i fedeli di Buriano, in quanto don Henny amava leggere per le feste comandate alcuni suoi componimenti, specialmente quelli che parlavano del borgo. «Poeta era anche il fratello minore Renzo, ma purtroppo attualmente non ci sono altri scrittori in famiglia» ci dice sorridendo la figlia Roberta.

Nata in una famiglia di braccianti agricoli, Isola ha conosciuto presto le fatiche del lavoro e come molte delle donne della sua generazione, ha dedicato poco tempo allo studio, fermandosi alla terza elementare. Gran parte della sua vita è stata invece impegnata nei lavori manuali, come il ricamo su tela, l’intreccio di borse e altro ancora; in questa matassa di fili, la sua creatività è emersa grazie al Filet, appreso all’età di 10 anni dalla mamma, che lavorava per la contessa Spalletti. Tutt’oggi le finestre di casa conservano i suoi splendidi manufatti, di cui lei va giustamente orgogliosa, soprattutto di quelli realizzati con un tipo di decorazione chiamata San Pancrazio. Lavora ancora? «Certo!» ci dice la figlia Roberta «Attualmente sta ricamando un centro per mia figlia Vanessa». Nonna di 5 nipoti (Fabio, Daniele, Alessio, Francesca e Vanessa), Isola ha dedicato anche a loro alcuni componimenti, oltre a scrivere del susseguirsi delle stagioni, degli elementi della natura e ovviamente delle vicende umane, con un occhio di riguardo per le persone che soffrono. D’altronde la piccola statura di questa donna non rende giustizia al suo grande cuore, che nella sua lunga vita l’ha portata a dedicarsi tanto agli altri, facendo volontariato in chiesa, quando c’era don Henny. Non solo. Il suo amore si è riversato anche sugli animali, i gatti in particolare; oltre ad averne 2 in casa, sfama altri 18 randagi. 

Tornado alla poesia, le chiediamo: Rilegge mai i suoi componimenti? «Eccome!» ci dice senza indugio «Alcune mi commuovono ancora, soprattutto quella che parla di una mamma». Lei ha scritto tante belle parole su Buriano: oggi cosa pensa di questo piccolo borgo? «Mi sembra il paradiso» ci dice un po’ emozionata Isola Caselli. E noi guardandoci intorno, mentre lasciamo la sua casa, non possiamo che essere d’accordo.

Il mio paese

Sei un piccolo paese di collina,

per me sei immenso come il mare,

tanti tuoi figli sono andati via,

anche per questi io ti voglio amare,

son belle le tue valli in primavera,

e le colline tutte verdeggianti,

e quando i grilli nella sera rallegrano il silenzio con i loro canti.

Poi nell’estate quando il sole indora nei campi nostri le spighe del grano,

si sentono cantare i mietitori che tornano alle case piano piano,

e là sento suonare una campana della chiesetta mia,

tutti saluta,

tutti invita e chiama col dolce suono dell’ avemaria.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it