Modena Kart – un team di campioni

Modena Kart – un team di campioni

di David Colzi. Ph: Foto Olympia

settembre 2019

Nell’immaginario collettivo, i Go Kart sono quelle macchinine dei parchi divertimenti, che girano in un mini circuiti per la gioia dei ragazzini che si sentono piloti di Formula uno. Eppure il mondo di queste vetture è qualcosa di molto serio, che richiama appassionati e le cui gare sono seguite in tutto il mondo. Per saperne di più, siamo andati a trovare Gabriele e Gionata Finocchi, due fratelli che hanno fatto di questa passione un mestiere. Anche loro hanno iniziato da giovinetti, acquistato un Go Kart per gareggiare, così da dedicare a questo sport il loro tempo libero. Poi, nel 2001, hanno deciso di lasciare i loro rispettivi lavori per fondare L’“Asd Modena Kart”. E se vi state chiedendo come mai non si chiamano “Quarrata Kart”, è perché il loro vuol essere un omaggio alla patria dei motori, basta pensare alla Ferrari.

Il lavoro di Gabriele e Gionata è diviso in due settori: corrono con la loro squadra, “Modena racing team” e offrono supporto come “Modena Kart” per coloro che hanno i mezzi e necessitano di meccanici e logistica; il tutto sempre con materiale CRG. I nostri concittadini possono contare inoltre su una decina di collaboratori, fra meccanici e non, che si occupano di seguire le gare in pista. In questi primi 18 anni, il loro team ha raggiunto risultati sempre più importanti grazie ad un servizio esclusivo, mezzi preparati professionalmente, il tutto a stretto contatto con la Squadra Corse CRG.

Attualmente Modena Kart e i suoi 7 piloti provenienti da tutta Italia, partecipa alle maggiori competizioni del settore, raggiungendo ottimi piazzamenti. Fra questi ricordiamo: Il Campionato del mondo FIA Karting, l’International Super Cup KZ2, oltre al Campionato europeo e italiano, che fra l’altro hanno vinto quest’anno. Poi corrono in importanti trofei internazionali, quali il Trofeo Andrea Margutti e il Trofeo delle industrie. Inoltre negli anni il team è stato anche a Las Vegas per il Supernationals, un evento molto prestigioso, che richiama sul suo circuito piloti da tutto il mondo. Naturalmente tutti questi traguardi hanno consentito alla squadra di apparire in diretta televisiva su AutoMotoTV e in streaming su RAI Sport. Di loro si sono occupati quotidiani nazionali, quali La gazzetta dello sport e Corriere dello sport, oltre ovviamente a riviste di settore.

La loro categoria di appartenenza è KZ, che comprende: KZ2 e la KZ nazionale, divisa a sua volta in under 35 e over 35. La KZ2 si colloca a un passo dal professionismo e può essere disputata dai 14 anni in poi, mentre le altre due sono a livello amatoriale. Da qui è facile intuire che ci siano piloti che iniziano con i Go Kart e poi raggiungono il professionismo in ambito automobilistico; nel Modena Kart è accaduto a Loris Spinelli, che oggi corre per la Lamborghini.

Tante soddisfazioni dunque, ma anche tanto tempo sottratto alla vita personale, perché anche se non ci sono eventi programmati, basta una telefonata e magari… domani mattina bisogna partire per andare in qualche Kartodromo in giro per l’Italia a fare assistenza, o magari c’è da andare da un cliente in Libano, come è già accaduto. Dite la verità: fra un impegno e l’altro, salite mai in sella a uno dei vostri bolidi per farvi un giro in pista? «Magari» dice sorridendo Gabriele. «Purtroppo non abbiamo mai tempo, quindi i nostri Go Kart, o stanno in pista, oppure sono parcheggiati qua da noi in manutenzione». «Nel poco tempo libero che abbiamo facciamo altro,» aggiunge Gionata, «sebbene dopo pochi giorni sentiamo subito la mancanza del nostro lavoro… la passione è così!».

Da circa un anno lo staff è aumentato con l’arrivo del nipote Alessandro Palloni, inseritosi con la volontà di sviluppare il settore dell’e-commerce legato al sito www.modenakart.com, dove si possono trovare dai pezzi di ricambio per i mezzi, fino a tute e magliette. Questo settore interessa soprattutto gli amatori, quindi coloro che non hanno i propri meccanici o rivenditori ufficiali. Per questo Gabriele e Gionata sponsorizzano solo pezzi che loro stessi hanno provato, così da offrire una maggiore garanzia di qualità a chi non fa questo di mestiere.

Per il futuro, i fratelli Finocchi ci dicono che vorrebbero attrezzarsi per correre anche nelle categorie Entry level (dai 7 ai 9 anni) e Sessanta mini (dai 9 agli 11 anni). Queste sono categorie in continua espansione e già dal prossimo anno la Sessanta mini disputerà sia il Campionato europeo che del mondo, mentre la Entry level continuerà in quello regionale. Poi avrebbero anche un sogno, cioè quello di creare un circuito locale, dove poter introdurre i bimbi al mondo dei Go Kart, magari all’interno di una scuola; basterebbe solo che il Comune concedesse uno spazio, come un piazzale, durante il fine settimana. Nelle loro idee non c’è quindi la voglia di creare un “tempio della velocità”, ma un luogo dove i ragazzini possono provare i Go Kart con la sicurezza di avere alle spalle personale non improvvisato, fatto di professionisti esperti e qualificati, così da permettere ai più giovani di divertirsi in sicurezza. Inoltre questo potrebbe diventare un polo di attrazione, perché realtà professionali simili, nella nostra Piana non ce ne sono.

Da sinistra: Alessandro Palloni, Gabriele Finocchi, il pilota Simone Cunati e Gionata Finocchi. Cunati, classe 1987 e nativo di Como, domenica 1 settembre si è laureato campione italiano in KZ2, su CRG-Tm con il team Modena Kart, dopo una stagione praticamente perfetta.

 

 

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it