Nel ricordo di Emiliano

Nel ricordo di Emiliano

di David Colzi

marzo 2017
emiliano-1-

Il 1 aprile del 2006, il ventiquattrenne Emiliano Magnolfi trovò la morte in un incidente a Lizzano in Belvedere, in provincia di Bologna, durante una gita in moto con altri amici. Tutt’oggi il dolore di quella perdita non si è attenuato nei familiari, babbo Francesco, mamma Marcella, il fratello Damiano, e in generale in tutti quelli che l’hanno conosciuto; però da quella tragedia è nata una speranza per chi si trova in difficoltà. Ogni anno infatti viene organizzato “Un giorno per Emiliano” una manifestazione che ha lo scopo di raccogliere fondi che, nonostante non siano enormi, fanno la differenza per chi li riceve.

Questo percorso è iniziato l’anno successivo alla morte di Emy, sempre nel mese di aprile, quando venne fatto un primo motoraduno su idea del fratello Damiano, per ricordarlo attraverso la sua passione per la moto; ad aiutare i familiari nell’organizzazione, c’era il Motoclub “La Fortezza” di Chiazzano e il Motoclub Quarrata. Per l’occasione furono tantissimi i centauri che testimoniarono con la loro presenza, la vicinanza alla famiglia. Il corteo di moto andò in processione a Lizzano in Belvedere, per una messa in ricordo di Emiliano e poi, dopo la benedizione, andarono tutti a pranzo insieme. Per l’occasione i due Motoclub donarono una targa alla famiglia. Dopo questa prima grande manifestazione d’affetto, arrivò l’intuizione di legare l’evento successivo alla beneficenza, offrendo il ricavato del pranzo e i proventi di una lotteria ai bisognosi. Da allora ogni anno sono molte le persone che hanno risposto all’appello dei Magnolfi, dando il proprio contributo. «Se abbiamo potuto realizzare la lotteria» precisa Marcella «è stato merito di tanti commercianti e imprenditori del territorio che ci hanno messo a disposizione gratuitamente di tutto un po’. Noi li ringraziamo di cuore».

emiliano-2-Si cominciò ad aprile 2008, quando venne devoluta una cifra al “Progetto Martina” dell’associazione Martina Tesi, che si proponeva di costruire una scuola nella periferia della città di Salta, in Argentina, in una realtà periferica e molto povera. Questo progetto è andato avanti e la scuola è stata inaugurata nel gennaio 2012, grazie anche al contributo delle persone intervenute quel giorno. 

Nel 2009 fu aiutata l’associazione “Solacium” – Caritas parrocchia e comune di Lizzano in Belvedere. Nel 2010 i proventi andarono di nuovo all’estero, in Somalia, grazie alla dottoressa Katia Dell’Orso e all’associazione “Soydem Mogadisho”, per la vaccinazione dei bambini somali. Nel 2011 invece i soldi rimasero nella nostra comunità e furono devoluti alla Caritas Parrocchiale, nella figura di don Patrizio Fabbri, all’epoca parroco di Vignole e Casini, che li distribuì alle famiglie bisognose quarratine. Quella volta si tenne una cena anziché il pranzo, nei locali della chiesa di Casini.

Il 2012 è stato un anno di pausa per la beneficenza, che però è ripresa nel 2013 grazie al supporto di un caro amico di Emiliano, Francesco Gucci, che da allora è una presenza importante nel reperimento dei premi per la lotteria. Per due anni i proventi delle giornate sono andati al Dynamo Camp che si occupa di bambini e ragazzi con patologie gravi e croniche. Invece nelle edizioni 2015 e 2016, si è tornati alle famiglie bisognose di Quarrata, sempre in collaborazione con don Patrizio. Così, ad esempio, alcuni bambini meno fortunati hanno ricevuto cartelle, quaderni e quant’altro per andare a scuola, oltre a vedersi imbiancare le camerette, grazie all’acquisto di vernici per rendere l’ambiente più salubre. «La cosa bella che ci dà tanta forza, è vedere che da un fatto tragico è nato qualcosa di positivo per gli altri» dice Damiano. Marcella invece rivolge un pensiero affettuoso a Francesco: «è un “ragazzone” dal cuore d’oro che pensa agli altri prima che a se stesso e lo fa in maniera silenziosa e disinteressata». Un’altra costante di tutti questi anni, è stata la messa alla chiesa di Lizzano in Belvedere, dove viene intonato ogni volta un canto in onore di Emiliano, fatto da parenti e amici. «Per tre anni» precisa Marcella «ha partecipato alla messa il “Coro Monte Tocca Cielo” di Porretta Terme, che ha realizzato un canto bellissimo dal titolo “La tua gioventù accanto a Dio” dedicato a Emy». La famiglia Magnolfi ringrazia poi tutti i ristoranti che negli anni si sono resi disponibili per la realizzazione della manifestazione. L’evento “Un giorno per Emiliano” si terrà anche in questo aprile 2017.

emiliano-3-

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it