Il nostro bilancio di questo 2017

Il nostro bilancio di questo 2017

di Giacomo Bini

dicembre 2017

Prima di formulare gli auguri per il nuovo anno alla nostra piana Quarrata-Agliana-Montale, ci permettano i lettori un rilievo sui risultati di Pistoia Capitale della Cultura nelle presenze turistiche in provincia. Negli appunti di redazione di un anno fa, auspicavamo che il progetto di Pistoia Capitale coinvolgesse anche i territori della provincia ed in particolare quelli della nostra piana. A giudicare dai dati sul turismo nel 2017 è accaduto esattamente il contrario. Nel complesso della provincia si è registrato un crollo del 10% degli arrivi e dell’8% delle presenze, mentre invece nel comune di Pistoia c’è stato un vero e proprio boom con aumento del 19% sia di arrivi che di presenze. A Quarrata il settore alberghiero ha fatto rilevare una discesa del 55% delle presenze, mentre ha resistito di più il settore extralberghiero (-9%). Tale contrasto tra il dato positivo della città e quello negativo della provincia indica chiaramente che l’effetto traino di Pistoia Capitale della Cultura 2017 ha portato benefici solo al capoluogo. L’opposto di quello che ci eravamo augurati.

Venendo agli auguri, torniamo a mettere al primo posto l’auspicio di un aumento del lavoro, specialmente per i nostri giovani. I dati disponibili sui primi mesi del 2017 non sono del tutto incoraggianti, visto che le imprese che aprono in provincia di Pistoia sono sempre meno rispetto a quelle che chiudono, con un saldo dello 0,44% per cento, cioè un po’ peggio della media regionale dello 0,3%. Nella piana si distingue il comune di Agliana che è l’unico della provincia dove le aziende, se pur di poco, crescono di numero (+0,4%) e si difende anche Montale che resta stazionario (-0,1) mentre Quarrata scende più della media provinciale (-0,5). Il numero delle imprese cala in tutti i settori, in particolare quelli artigianali, con l’eccezione del settore dei servizi di informazione e comunicazione (+2,6%). Segnali confortanti arrivano dalle esportazioni dove si registra un + 5,2% con un balzo delle piante vive (+26%) e delle calzature (+9%), e anche il mobile esporta il 6% in più rispetto all’anno precedente.

Auguriamo poi un anno con meno allagamenti, sperando che quello che è stato fatto a Quarrata (un milione di euro nella manutenzione), ad Agliana (due milioni spesi per tratti di argine di Ombrone, Brana e Bure) e a Montale (manutenzioni ordinarie più il progetto della cassa di espansione di via Garibaldi) serva a ridurre il rischio, anche se moltissimo resta ancora da fare e viene fatto troppo lentamente.

Auguriamo naturalmente che non si ripeta il 2017 dal punto di vista degli incendi, perché ne abbiamo avuti davvero troppi e avanziamo la speranza di condizioni climatiche migliori per i futuri raccolti agricoli, specialmente di vino e di olio, che quest’anno sono stati ottimi come qualità ma non soddisfacenti come quantità.

Buone Feste e tanta salute a tutti i nostri lettori, che ringraziamo per l’affetto che ci dimostrano.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it