Paoletti Guitars – un’eccellenza arrivata a Quarrata

Paoletti Guitars – un’eccellenza arrivata a Quarrata

di Daniela Gori. Ph: Foto Olympia

dicembre 2019

«Quando nel mondo del lavoro ti rendi conto che un certo tipo di mercato è saturo, l’unica cosa saggia da fare è tentare nuove strade. Ovviamente all’inizio bisogna essere consapevoli che questo costerà dei sacrifici, ma nulla viene dal nulla e bisogna avere l’elasticità mentale di reinventarsi, a volte anche rischiando un po’, e di investire nell’imparare nuovi mestieri».

Sono le parole di Fabrizio Paoletti, quando spiega come sia arrivato a concepire la sua nuova attività di produttore di raffinate chitarre elettriche artigianali in legno, che ha recentemente stabilito la propria sede nella zona artigianale quarratina in via Palatucci. Attività nuova per modo di dire, perché ormai è già da una decina di anni che l’azienda Handmade Paoletti Guitars si è fatta strada nel mondo della musica internazionale, diventando una ditta che lavora solo su esportazione, che arriva a produrre 350 pezzi all’anno, con un catalogo di oltre 50 modelli. «Sono chitarre apprezzate perché sono pezzi unici, prodotte qui da noi in modo artigianale, tagliate con estrema precisione dalla macchina e poi rifinite manualmente» chiarisce Paoletti. «Il pregio non sta solo nel suono ma anche nella bellezza dell’oggetto, che dà all’artista un’immagine ancora più rock. Questo a mio parere è un esempio di artigianato vero del legno, lavorato dalle stesse mani esperte in tutte le fasi della produzione, e non mi riferisco solo al “body”, cioè il corpo dello strumento che ne costituisce la cassa, ma anche a tutti gli altri pezzi che la compongono. Partendo da un’asse di legno, la scelta cade soprattutto sul castagno o l’acero, creiamo una chitarra elettrica, che viene poi rifinita con intarsi e decorazioni in ottone o in pelle».

Le Paoletti Guitars sono ormai apprezzate e richieste dai musicisti rock di mezzo mondo, utilizzate dai Guns n’ Roses, Bon Jovi o dagli Europe, e molti altri artisti ne sono testimonials come Ligabue o come i chitarristi di Vasco Rossi e di Laura Pausini. Fabrizio Paoletti, originario di Prato, non nasce però come produttore di chitarre, né tanto meno come esperto di falegnameria. «Tutto è iniziato quando ero un semplice elettricista appassionato di Fabrizio De André» spiega «per questo mi ero iscritto a un corso di chitarra, ma sinceramente con risultati poco soddisfacenti. Il mio interesse però si concentrò sulla forma della chitarra, e così mi venne l’idea di provare a costruirne una per hobby».

All’inizio i primi pezzi non uscirono fuori ben fatti, ma Paoletti non si scoraggiò, per quello che in fin dei conti era solo un suo hobby. «Poi però cominciò a venirmi fuori qualche pezzo più bello e siccome il caso e la fortuna a volte danno una svolta alla nostra vita, capitò che grazie a delle conoscenze il chitarrista di Vasco Rossi ne vide una e mi chiese di realizzargli una chitarra che fosse “fatta con il legno più vecchio possibile”. Gliela feci con vecchie assi recuperate nella cantina di mio nonno, e da lì iniziò tutto, perché poi altri musicisti le vollero».

Qui entra in gioco anche la preziosa collaborazione del giovane Filippo Martini di Quarrata, che sapendo suonare la chitarra e conoscendo la lingua inglese, è diventato l’agente della Paoletti Guitars che cura le fiere internazionali come il Namm show di Los Angeles, favorendo le vendite negli Stati Uniti. Per quanto riguarda la produzione invece, dopo il primo periodo in cui l’artigiano faceva tutto da solo nella vecchia sede di Montemurlo, adesso nella sede di Quarrata si avvale anche di alcuni collaboratori. «Mi fa piacere che l’azienda abbia valutato conveniente trasferirsi nella nostra città e che abbia deciso di operare importanti investimenti sul nostro territorio. Evidentemente la nostra zona sa essere attrattiva di nuovi, significativi investimenti industriali e artigianali» ha commentato il sindaco Marco Mazzanti dopo essere andato in visita alla ditta «Adesso il nome di Quarrata viaggerà nel mondo».

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it