Vignole

Vignole

di Marco Bagnoli

giugno 2012

La frazione di Vignole esisteva già nel lontano 1016, come attesta un documento concernente un lascito in favore della canonica di San Zenone. È il 1044 quando viene riportata come confinante di una non meglio specificata terra barbaritana, verosimilmente rintracciabile nell’odierna località di Barba. Nel novembre del 1046, il conte Wilberto, messo dell’Imperatore Arrigo III, si pronunzia in un placito nel deliberare alcune cause appellate al trono, una delle quali, appunto, riporta una certa Vignole o Vignale.

A questo punto bisogna ricordare il fatto che, in epoca storica, la località di Vignole era correntemente nota anche con la denominazione di Carpineta o Carpineto. Proprio a Carpineta, infatti, nel 1104, la Gran Contessa Matilda fece una donazione alla badia di Fonte a Taona, peraltro alla presenza del giusdicente Ubaldo di Carpineta, che si produsse nella necessaria assistenza legale. Il toponimo Carpineta – o Carpineto – indica la zona nella quale sorgeva la chiesa di San Michele, tutt’ora presente con la sua tipica torre campanaria. L’intitolazione a questo santo rappresenta un ulteriore indizio per supporre una ragionevole ascendenza Longobarda per le popolazioni insediatesi in epoca storica.

I Longobardi, in parte votati all’eresia di Ario, identificavano spesso la propria natura belligerante con la devozione ai santi Giorgio e Michele, a loro volta inseriti nella tradizione iconografica con la superiore invincibilità delle proprie armi, la lancia e la spada. Non si hanno documenti attestanti l’esistenza di questa chiesa anteriori al XIII secolo – tuttavia i registri fiscali del 1244 attribuiscono ad una delle quattro cappelle del territorio del comune rurale di Vignole, quella di San Michele, appunto, ben cinque famiglie nobiliari; tra queste ci sono un Lotteringhi, un Ormanni e un Belemprimi. Non resta che supporre il medesimo percorso storico per la vicina località del Barba.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it